venerdì 28 dicembre 2012

PM10 - Mappa dei valori medi giornalieri previsti a None per il 28/12/2012

Legenda (µg/m3): 0 - 25 26 - 35 36 - 50 51 - 100 >100

Il Decreto Ministeriale n° 60 del 02/04/2002 stabilisce come limite giornaliero, per la protezione della salute umana, 50 µg/m3 da non superare più di 35 volte all’anno a partire dal 1° gennaio 2005.

mercoledì 26 dicembre 2012

MUSICA INSIEME


Vista la disponibilità dell’associazione “Musica insieme” ad attivare un nuovo corso triennale strumentale, il Comune ha richiesto un sostegno alla Provincia di Torino che ha comunicato l’attribuzione di un contributo di € 1200,00 per  il primo anno di corso formativo  nell’anno scolastico 2012/2013. Si ripropone dunque un'esperienza positiva che ha già incontrato il favore di giovani e famiglie nel  precedente anno scolastico e nei precedenti triennio 2002/2005 – 2007/2010. D'altra parte, la Giunta non ravvisa la possibilità di gestire direttamente lo svolgimento dei corsi e ritiene perciò opportuno affidarne la gestione a “Musica Insieme” che da anni tiene con il patrocinio e con il contributo del Comune corsi di orientamento musicale di tipo strumentale.
L’Associazione dovrà provvedere allo svolgimento dei corsi con il pieno rispetto delle disposizioni impartite dalla Provincia di Torino, quale condizione imprescindibile al fine dell’erogazione del contributo. La docente incaricata  è Cristina Scarca, regolarmente iscritta all’albo Regionale
degli insegnanti dei corsi di orientamento musicale. Il Responsabile dei corsi sarà Giovanni Michele Scotta. Gli alunni iscritti al corso strumentale sono complessivamente 22 e  la Provincia
di Torino, su richiesta di questa Amministrazione, in data 26.11.2012   ha concesso una deroga al
numero massimo di 15 iscritti, al fine di non escludere nessuno: questo non modificherà l’importo concesso dalla Provincia di Torino.
I corsi prevedono che i partecipanti contribuiscano alle spese con il versamento di una quota stabilita da Musica Insieme e si svolgeranno nei locali di Corso Castello 45 nel plesso della primaria Don  Paolo Albera. 

martedì 25 dicembre 2012

SPESE FARMACEUTICHE PER INDIGENTI


Il Consiglio Comunale del 6 febbraio 2012 aveva approvato il nuovo regolamento per l’applicazione dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) nell’accesso alle prestazioni di servizi in campo socioeducativo e socio-assistenziale. Successivamente si è provveduto ad assumere un impegno di € 2.000,00 per la spesa farmaceutica, ma tale impegno non è risultato sufficiente a soddisfare la domanda di interventi.
A marzo 2012, pertanto, si integrava l’impegno precedentemente assunto di € 3.000,00. Nuovo stanziamento di 4mila euro ad ottobre cui si aggiunge una nuova somma di altri 4mila euro impegnati con una delibera del 7 dicembre scorso. Un totale di 13mila euro.

lunedì 24 dicembre 2012

Siamo nel periodo natalizio del “vogliamoci bene”: e il resto dell’anno?

L’idea di rispondere a bisogni di chi non è in grado di provvedervi è una iniziativa lodevole e meritevole di attenzione soprattutto per il periodo in cui vengono avanzate: Natale rende tutti più disponibili alle sofferenze del prossimo più sfortunato e uomini e donne in condizioni di privilegio si rendono disponibili verso chi è meno fortunato di loro.
Pure... Pure il sottile malessere che segue la piacevole reazione iniziale di approvazione ogniqualvolta ne sento notizia mi ha indotto a riflettere sulle iniziative di “solidarietà” che a ridosso delle festività natalizie si sprecano da parte di associazioni imprenditoriali e singoli per ridursi e stemperarsi crudelmente negli altri periodi dell’anno.

sabato 22 dicembre 2012

PM10 - Mappa dei valori medi giornalieri previsti a None per il 22/12/2012

Legenda (µg/m3): 0 - 25 26 - 35 36 - 50 51 - 100 >100





SOLDI AL CISA


Il Comune di  NONE, unitamente ai Comuni  di Nichelino, Vinovo e Candiolo,  fa parte del CONSORZIO INTERCOMUNALE SOCIO-ASSISTENZIALE (C.I.S.A.) per la gestione dei servizi socio-assistenziali.
L’ammontare della quota pro-capite di compartecipazione alle spese per ogni abitante è  pari ad euro 39,00. L’ammontare della quota  complessiva da versare per l’anno 2012 da parte del Comune di None è pari a complessivi € 315.549,00, oltre ad € 3.611,94 quale quota ai sensi di un Regio decreto del 1927.

venerdì 21 dicembre 2012

MARCO REVELLI SCRIVE AL DOTTOR INGROIA

Marco Revelli

Caro Antonio,
innanzitutto vogliamo darti il benvenuto al tuo ritorno in Italia e ringraziarti della generosità con cui hai sostenuto, in questultimo mese, un progetto che, se riuscito, potrà davvero contribuire a fare uscire il nostro Paese dal vicolo cieco in cui è finito.
Lopportunità è veramente straordinaria. In questa tornata elettorale dal significato effettivamentecostituente” – dopo un vero e proprio default della politica ufficiale e dello stesso Parlamento - si tratta di offrire unoccasione di riscatto e di riavvicinamento alla cosa pubblica a una parte ampiaforse più ampia di quanto noi stessi immaginiamodi elettorato disgustato e avvilito.

IL COMANDO SPENDE


Con un provvedimento del 30 novembre scorso, il Sindaco di None ha nominato Silvano Bosso
responsabile del Servizio “POLIZIA MUNICIPALE – PROTEZIONE CIVILE – SEGNALETICA – COMMERCIO AREE PUBBLICHE”, ma anche Responsabile del Settore “POLIZIA MUNICIPALE – AMMINISTRATIVA – ANNONARIA – CIRCOLAZIONE STRADALE E SERVIZI CONNESSI” del Comune di Virle Piemonte.
Calzare e vestire il Corpo della Polizia Municipale a None costerà € 2.542,15. I prezzi sono invariati dal 2006.
Gli acquisti di vestiario per i Volontari della protezione civile o dei Volontari in Servizio Civile Volontario Nazionale richiedono l'impegno di una somma pari a € 1.500,00.
Un programma di educazione stradale nelle scuole di None finalizzato alla sensibilizzazione  verso una mobilità sostenibile, due corsi di educazione alla legalità in tema di approfondimenti sulla tratta di essere umani per lo sfruttamento sessuale e sui luoghi di lavoro e approfondimenti sul tema delle tossicodipendenze fra i giovani ed un programma di educazione alla protezione civile finalizzato ai corretti comportamenti da adottare in caso di rischio sismico comporteranno una spesa di  6mila euro che il Comune trasferirà all’Istituto Comprensivo di None.

giovedì 20 dicembre 2012

TARIFFE IN BIBLIOTECA


Fin dal mese di giugno dell’anno scorso è funzionante in questo Comune  la nuova Casa
della Cultura “M.G.DEL LUNGO BARBI”. Nella stessa, a seguito di richieste da parte di alcune Associazioni,  sono state individuate due salette all’ultimo piano che possono essere concesse in uso ad  Associazioni operanti sul territorio, per lo svolgimento di attività culturali ed educative. E' pure dispopnibile al piano terra un magazzino che può essere destinato al deposito di attrezzature varie necessarie per lo svolgimento delle attività autorizzate. La Giunta ha ritenuto necessario stabilire le tariffe di utilizzo dei locali medesimi nella misura già praticata per le altre sale di proprietà di questo Comune come il Centro Anziani e la Sala Conferenze di via Brignone.
L’utilizzo di ciascuna delle due sale al piano mansardato della nuova casa della cultura costerà 2,50 euro all'ora;
Sarà di 20 euro forfettarie annue la tariffa per l’utilizzo del magazzino.

mercoledì 19 dicembre 2012

BABBO NATALE PER LE ASSOCIAZIONI


banda di None
A titolo di compartecipazione alle spese per le attività svolte nel corso del 2012, la Giunta municipale del 26 novembre ha deciso di stanziare a favore delle 23 associazioni di None la somma complessiva di DIECIMILA euro corrispondente al 100% delle richieste formulate dal Comitato tecnico – esecutivo della Consulta (con assegnazione di una quota minima pari a 200,00 ad associazione). Questa la ripartizione delle somme distribuite.



CROCE VERDE 900,00
FIDAS  350,00
AUSER 600,00
WANCISI  200.00
AVIS 550,00
ANGSA 200,00
AIDO 450,00
BANDA FILARMONICA  900,00
SVPC 350,00
PROLOCO 600,00
CARITAS 450,00
 UNITRE 450,00
ARCA DI NONE’  450,00
CENTRO ANZIANI  200,00
LE RADICI  300,00
CHISOLA VOLLEY 600,00
MUSICA INSIEME  450,00
PODISTICA NONE 300,00
ALPINI  400,00
IL MONDO 400,00
CARABINIERI IN CONGEDO 200,00
BOCCIOFILA  500,00
GSC CICLISTI 200,00

martedì 18 dicembre 2012

IN BIBLIOTECA


Nell'intento di avvicinare i ragazzi e i giovani alla lettura, la casa della cultura organizzerà alcune attività promozionali e di animazione culturale. Lidia Portella, del Rufus Teatro di Rivoli, organizzerà uno spettacolo per bambini dai 5 ai 10 anni dal titolo “Aspettando il Natale”, al costo previsto € 250,00 (IVA esente).
Laura Scaramozzino di Torino presiederà il secondo corso di scrittura creativa per adulti: il costo è di € 637,50. La candiolese Giuseppina Ranalli dirigerà laboratori per bambini dai 6 ai 10 anni dal titolo “I misteri della casa stregata”, per un costo complessivo € 376,21 lorde.
E' appena stato assunto un impegno spesa presunto di € 900,00 per l’acquisto di nuovi DVD da dare in dotazione alla biblioteca comunale, incaricando per l’individuazione dei film il personale che gestisce la biblioteca comunale (attualmente il personale della SOCIETA’ COOPERATIVA CULTURE – già Codess).
Una somma di 752 euro è stata stanziata per l’acquisto di nuovi libri. Il personale che gestisce la biblioteca comunale è incaricato di individuare i volumi.

lunedì 17 dicembre 2012

FIBRE OTTICHE


Il 12 luglio 2012, l’Amministrazione Comunale prendeva atto della richiesta Telecom Italia di intervenire per la posa di fibra ottica sul territorio nonese, vincolando le opere alla totale riasfaltaura delle carreggiate delle vie Marconi e Scalenghe, ove è previsto il passaggio dei cavidotti. Il Comune di None ha già provveduto a sue spese, alla totale riasfaltura di via Padre Angelico, sgravando Telecom dal ripristino del tappeto bituminoso per circa 240 mt. lineari, e ha concesso l’uso gratuito di parte della sua infrastruttura dati in via Brignone. Per quanto di propria competenza, sia la Provincia di Torino sia il Comune di None consentivano alla Telecom di iniziare tali opere nel mese di ottobre 2012 per mezzo della ditta Massano.
Il giorno 11 novembre scorso sono stati affidati i lavori di completamento dell'asfaltatura all'incrocio di via Scalenghe con Via De Gasperi a margine di ripristini Telecom per posa fibra ottica alla ditta Massano. Nell’ambito dei predetti lavori, risulta a carico del Comune di None la
fornitura di 13 pozzetti e 13 chiusini, oltre alcuni sacchi di cemento e sabbia. La posa sarà eseguita dalla ditta incaricata da Telecom, in contemporanea con i ripristini definitivi dei cavidotti, previsti a
partire dall’8 novembre 2012.
La spesa complessiva per la fornitura dei predetti materiali ammonta ad € 2.008,45 IVA 21% compresa. La ditta Gt Edilizia di via Pinerolo a None è incaricata della fornitura.

domenica 16 dicembre 2012

Incontro di fine anno del Comitato “Energia, Ambiente e Territorio”


Gli aderenti al Comitato sono invitati giovedì 20/12 prossimo alle ore 21:00 in sede (via Roma 11, None) all’incontro di fine anno.
Sarà l’occasione per conoscere le ultime notizie e per scambiarci gli auguri di un nuovo anno da vivere con serenità e confermata determinazione nel tutelare e migliorare l’ambiente del nostro territorio nonese.

sabato 15 dicembre 2012

RACCOGLIAMO LE FIRME PER 4 REFERENDUM SUL LAVORO


Decine di anni di lotta del movimento sindacale avevano conquistato: alcuni diritti nei luoghi di lavoro con lo Statuto dei Lavoratori; parità di trattamento economico e lavorativo in tutta Italia con i contratti nazionali; pensioni per uomini e donne, per garantire il giusto riposo dopo una vita di lavoro e per lasciare il proprio posto ai giovani 
e alle ragazze. 
Prima il governo Berlusconi, in appoggio a Marchionne ha introdotto la possibilità di non applicare i contratti nazionali con l'art.8 della Finanziaria 2011.Poi il governo Monti con le lacrime del ministro Fornero, per compiacere la Confindustria, ha aperto la strada ai licenziamenti arbitrari diminuendo le tutele garantite dall'art.18 dello Statuto dei Lavoratori. Con una legge del 22 dicembre 2011 ha pesantemente aumentato l'età pensionabile, danneggiando più di tutti le donne, ufficialmente con l'intenzione di favorire "la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici".NOI NON CI STIAMO e raccogliamo le firme all'angolo di via Roma 11 su 4 referendum per ripristinare l'art.18, ripristinare il diritto alla pensione e cancellare l'art.8. Tutti i giorni dalle 17 alle 19.


Il Circolo rifondarolo "Teresa Noce".

venerdì 14 dicembre 2012

CARISSIMO ORSO

Betty Benenati e Orso

La tua lettera della fine giugno mi è giunta solo quando sono venuto per gli esami. Grazie per il libro di Piero che ho letto subito tutto con grande interesse e molte domande. Ti mando oggi il libretto di Marcenaro cui ho collaborato come intervistatore e come postillatore. Vorrei poi un tuo giudizio.
Sono molto impressionato per quello che mi scrivi di te. Io non credo assolutamente che possano esistere problemi esistenziali (e pensieri di morte) solo in rapporto alla crisi della prospettiva politica. Nella mia lunga vita ho avuto io pure delle crisi che investivano la mia identità e quindi le mie ragioni di vita, ma sempre esse hanno avuto dei motivi profondi di solitudine, cui certo si innescavano, come detonatori e come potenziatori, motivi politici o comunque attivi.
Ma credo che sia utile vedere con chiarezza il motivo di fondo, il vuoto di affetto, la solitudine, in cui uno crede, spesso sbagliando, di essere caduto.
Mi ci è voluto molto per capire che la solitudine non è la privazione di gente, e di affetti della gente, è invece privazione di una determinata persona, o di una determinata esperienza di vita affettiva. E' meglio queste cose vederle coraggiosamente senza scaricare tutto sull'impegno, pur esso così vitale, della politica.
Sai perché? Perché le carenze sentimentali finiscono, o meglio, cambiano natura e perdono intensità, vivono come momenti di nostalgia, dolorosa e a volte anche acuta, ma non distruggono più l'identità. Per questo non cercherò di consolarti dicendoti quello che sai benissimo, che hai tanta e tanta gente che ti vuol bene, ti stima e ti è debitrice di valori del pensiero e della vita. Non ti dico questo perché so che non serve a ridurre l'angoscia della solitudine.

giovedì 13 dicembre 2012

CARO VITTORIO


Orso con Renato Lattes (CGIL)
Nel consegnarti il libro di Piero, volevo fare quattro chiacchiere con te sull'argomento.
Il libro di Piero è smilzo, però anche i suoi sassi di gommapiuma pesano.
Su di me pesano le parole di Piero.
In realtà non ho mai capito questo compagno. L'ho accettato, stimato, rispettato, anche incazzandomi.
Forse non ho mai capito nessuno. Nè tanto nè poco.
Piero crede in quello che fa. In questo momento combatte la sua battaglia di retroguardia con il pessimismo della ragione. Gli auguro di tutto cuore di riuscire a lasciare un segno su quelli a cui si rivolge. Ai compagni di belle speranze (nostre, non loro) che sono “rifluiti” nell'“arte”. Ai compagni che, presi a legnate dalla vita e dalle loro contraddizioni, si rifugiano nell'arte, (o in qualsiasi altra attività) raccontandosi la favoletta del realizzarsi; forse è il loro modo di sopravvivere, la loro morfina, il loro brigatismo.

mercoledì 12 dicembre 2012

VITTORIO FOA RISPONDE A ORSO


A cavallo fra il 1981 e il 1982, Vittorio Foa era a Torino. Chiamato come professore a contratto alla Facoltà di Scienze Politiche su proposta di Dora Marucco animò con Betty Benenati un seminario sui mutamenti delle relazioni industriali e sulla parabola della rappresentatività sindacale.
Foa aveva scelto di dedicarsi per intero agli studi e studiosamente si asteneva da qualsiasi partecipazione ad iniziative che potessero essere sospettate di collateralismo con progetti di ricostruzione o ricomposizione politica. Quella disciplina interiore trasformò il seminario in una palestra di ricerche feconde perchè libere dai vincoli degli appuntamenti con le scadenze soffocanti della lotta per l'egemonia (?) nell'arena politica. Ciò avvenne grazie agli interventi di protagonisti autorevoli come Bruno Trentin, Eraldo Crea, Rinaldo Scheda, Ada Becchi Collidà, Enrico Pugliese,  di volta in volta interrogati senza protezioni diplomatiche da una platea di studenti presto mescolati con un drappello di dirigenti sindacali e di delegati operai torinesi mossi alla riflessione dalla consapevolezza che una stagione di avanzata sociale volgeva al tramonto. Bisognava cercare ancora.

lunedì 10 dicembre 2012

MA E' DAVVERO UN PECCATO


Quasi in ogni pagina di questo romanzo della scrittrice rolettese Daniela Frezet, trovi una brezza che ti soffia sul muso sapori di latte, o una stufa che fa crepitare legna profumata, o un orto che scambia con un bosco colori da trovare per magia o da coltivare con intima pazienza. Rimani rapito dalla sua mano tenera e ribelle come un'adolescente che sa parlare con la saggezza di una novantenne e che ti porta tra i rami e le rocce di Roletto o Cantalupa o Frossasco. Da quelle parti, immagini di incontrare i personaggi che Daniela ricava da una manipolazione discreta e delicata della sua biografia. Al centro, come una parabola obbligata, l'amore che lega la nipote alla bisnonna e l'amore che lega la protagonista all'uomo della sua vita. L'amore è però un vincolo che mostra di possedere il requisito della libertà solo se affronta con coraggio stoico l'appuntamento con il dolore del distacco, sia quando sopraggiunge la morte, sia quando si scopre che le strade della vita divergono inesorabilmente e bisogna percorrerle separati. E per questa via soltanto si guadagna la meta dell'emancipazione, dell'autonomia, della maturità.

domenica 9 dicembre 2012

IL SINDACATO DI BASE DISCUTE


Mauro, Maria, Battista, Giovanna, Mario, Piero
Sabato 1 dicembre si è svolta a Pinerolo l'assemblea annuale di Alp-Cub, il sindacato pinerolese extraconfederale che cerca di organizzare i lavoratori per unire la loro resistenza nelle fabbriche, negli uffici e nelle campagne alla ricerca più generale di una via d'uscita (di lotta, solidarietà e uguaglianza) dal modello di sviluppo all'origine della crisi economica che attraversa tutti i paesi dell'Occidente capitalistico. Pubblichiamo un commento di Piero Baral.
Dagli interventi emerge un diffuso senso di impotenza oppure un invito a reagire quando si è alle strette ma in modo individuale.
Siamo stati degli anticipatori - si dice - ma allora perché sprecare loccasione che anche una grande organizzazione come la Fiom sia oggi messa ai margini come il sindacato di base? Si dovrebbe ad ogni costo costruire percorsi di resistenza  comuni, tattici, se per il momento sperimentano quelle regole che i confederali avevano costruito per icontestatori’.

sabato 8 dicembre 2012

Monti dice di ispirarsi alla Germania ma copia Marchionne


Quando i diritti dipendono dai mercati

Fiat referendum di Pomigliano

  1. Annullamento degli accordi precedentemente presi;
  2. Introduzione orario lavorativo con turnazione a ciclo continuo;
  3. Incremento delle ore di straordinario dalle 40 previste dal CCNL a 120, in deroga allo stesso CCNL;
  4. Introduzione della franchigia dei tre giorni non pagati in caso di astensione dal lavoro per malattia con tasso di assenteismo anomalo, con verifica della condizione affidata a un comitato interno paritetico sindacati-azienda; 
  5. Clausola di responsabilità, tale per cui ogni attività sindacale – collettiva o individuale – volta a rendere inesigibili le condizioni contrattuali stabilite con questo accordo determinano la immediata risoluzione dell’accordo medesimo.

venerdì 7 dicembre 2012

“PALLE AL CENTRO”


Pubblichiamo integralmente l'intervento con il quale Daniele Carità ha annunciato al Consiglio comunale del 26 novembre la costituzione di un nuovo gruppo consiliare.

Due anni fa, io e Scarcella con altri Consiglieri Comunali del Pinerolese, ci siamo trovati per discutere sui problemi che affliggono il territorio.
Sei mesi dopo con noi si riunivano Consiglieri Comunali e semplici cittadini innamorati della politica,  dei Comuni che vanno da Bardonecchia a Vinovo.
Arrivati a questo punto si decideva di costituire un Coordinamento Territoriale, composto da tre Responsabili e un Referente per ogni comune collegato, con lo scopo di interagire e monitorare i problemi sociali e politici emergenti, con connotazione politica moderata e con al centro la famiglia, il lavoro, l’istruzione, il sociale, insomma lo diceva Aristotele,  l’Amministrazione della Città, per il bene  di tutti.

giovedì 6 dicembre 2012

L'ANPI DI NONE AD ALBA PER UN INCONTRO COMMOVENTE


Sabato 24 novembre, dietro mandato del Comitato Centrale di sezione, pervenutomi esplicitamente dal presidente e da tutti gli altri membri, secondo la nota formula ribattezzata per l’occasione silenzio-assenza, mi recavo in solitaria alla volta di Alba per incontrare Lorenza Balbo, onde prendere umani e diretti contatti con la stessa.
L’incontro è avvenuto in occasione di una conferenza tenuta all’interno del programma delle celebrazioni per i 23 giorni della Repubblica di Alba. Relatori, oltre alla Balbo, Mario Renosio, direttore scientifico dell’Istituto per la storia della Resistenza della provincia di Asti (http://www.israt.it).
Prima di parlarvi del mio colloquio con la Balbo, vorrei condividere alcune suggestioni della mattinata, per chi voglia leggerli. La conferenza si è rivelata molto interessante, ancor più per me che sono a digiuno degli eventi che hanno caratterizzato la Resistenza in Piemonte. Erano presenti in sala alcuni partigiani, come potete immaginare molto in là negli anni, sia uomini che donne, di cui purtroppo non ho colto e segnato i nomi. Fra l’altro, nell’uditorio c’era il noto (mi auguro per voi) cantautore cuneese Gianmaria Testa.

mercoledì 5 dicembre 2012

acli torinesi: montezemolo, no grazie

Le ACLI di Torino ribadiscono con determinazione la propria autonomia da partiti e formazioni politiche e chiedono alla politica scelte di equità, solidarietà e giustizia redistributiva.

Le ACLI (Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani) raccogliendo le istanze dei propri gruppi dirigenti e di moltissimi aderenti al movimento, ribadiscono con determinazione la propria autonomia e non collateralismo rispetto a partiti e formazioni politiche, il proprio pluralismo, in coerenza con la propria mission di associazione di promozione sociale quale luogo plurale, aperto ai diversi punti di vista, laboratorio di democrazia e di cittadinanza attiva, in cui costruire pensiero sociale libero, collettivo e solidale.

Nel corso delle ultime settimane le Acli sono state ripetutamente e con insistenza accostate al percorso del movimento ‘Verso la terza repubblica’ che il 17 novembre si è di fatto costituito in qualità di soggetto politico, collocato al centro dello schieramento, e con la esplicita prospettiva di partecipare alle prossime elezioni politiche, anche se in forme non ancora definite e, come tale, segnalato dai media.

IL SINDACO RIFIUTA DI INCONTRARE IL COMITATO


E' grave la decisione del Sindaco di non incontrare una delegazione del Comitato “Energia, Ambiente e Territorio”per discutere i principali problemi ambientali che interessano il territorio comunale.
Il Comitato ha chiesto di sapere come mai, mentre procedono i lavori dell'impianto a biogas, non  sia stata ancora definita la convenzione per stabilire quali vantaggi deriveranno alla cittadinanza in termini di teleriscaldamento. I tempi dell'autorizzazione a favore degli imprenditori agricoli sono stati certi e brevissimi, ma la contropartita per la collettività, che doveva essere contestuale, è tutt'ora molto incerta. E' demagogico chiederne conto?
Il Comitato sollecita, come stabilito dal Patto dei Sindaci di cui è stato promotore, un piano di investimenti per il risparmio energetico. E' demagogico chiedere che gli sia illustrato?
Il Comitato ha chiesto di verificare se la qualità dell'aria che respiriamo a None sia migliorata o peggiorata dal 2007, quando i dati non erano certo buoni. Le recenti rilevazioni ad Airasca – polveri sottili tra le più alte in Provincia - e il conseguente allarme di quella Amministrazione imporrebbero anche a None controlli rigorosi e puntuali: chiederli non è demagogico, ma doveroso.