martedì 17 aprile 2018

RequieMaterna

L'amministrazione di "Enzo Garrone Sindaco per NONE" è riuscita a realizzare uno dei punti del suo programma elettorale del 2014, lasciando ai posteri l'onere legato alla promessa più importante.

Il terreno destinato alla scuola materna è stato utilizzato per la realizzazione di un Parco. 
Il parco costerà circa 40.000 euro, di cui 23.000 euro di piante, e avrà 2 panchine.

giovedì 22 marzo 2018

IL NODO ALLA CRAVATTA

Se i protagonisti della sconfitta possono guidare anche la riscossa, i parlamentari eletti con Leu devono rimanere al loro posto. Naturalmente per “ricostruire”, “aprirsi”, “radicarsi sul territorio e nelle lotte sociali”. “Ricominciare”, ma soprattutto riproporsi. Invece, le loro dimissioni aprirebbero una stagione di ricerca creativa e più libera. Invece di chiederlo ad altri, servirebbe dare in proprio il buon esempio offrendo un segnale di discontinuità: proprio quello che non si è voluto lanciare durante una campagna elettorale stanca e demotivata a causa della composizione contrattata delle liste.

venerdì 9 marzo 2018

ODG Medici di Medicina Generale a None


Al Sindaco del Comune di None
Alla Giunta Comunale
None 05/02/2018
Oggetto: ODG Medici di Medicina Generale a None
Premesso che:
 • Oggi a None, a fronte di un decesso e un pensionamento nell’ambito dei Medici di Medicina Generale, i circa 8000 nonesi si trovano con 4 medici di MMG e non più con sei ed una Pediatra come in passato. Se consideriamo che i mutuati in età pediatrica sono circa 1130 ogni Medico ha in carico circa 1730 mutuati.
• Tale situazione ha comportato la necessità di una parte di cittadini di dover scegliere il proprio medico di base nel comune di Vinovo che pur facendo parte dell’ambito territoriale di competenza è però privo di ogni tipo di servizio pubblico che lo colleghi con None. Nonostante l’estensione da 1500 a 1800 mutuati per medico di famiglia "tamponi" di fatto la situazione rende però il servizio offerto non privo di notevoli disagi da parte della popolazione, verificabili con un semplice accesso nelle sale d’attesa dove si riscontrano inaccettabili tempi di attesa. Non di minor rilevanza sono le visite domiciliari fatte spesso in modo frettoloso per poter soddisfare tutte le richieste dei pazienti.
• A marzo 2016 Progetto Comune a seguito delle dimissioni della Dott.ssa Cannone manifestava al sindaco la necessità di valutare insieme con il Direttore della ASL la situazione ed arrivare a una decisione condivisa su come affrontare il disagio cittadino che si era venuto a creare anche alla luce degli ultimi cambiamenti socio-sanitari avvenuti in questi tempi difficili. Si proponeva in specifico di riprendere l’impegno alla creazione di un Gruppo di Cure Primarie come possibile soluzione del problema.
• La prematura scomparsa del Dott. Armand Secondo ha ulteriormente aggravato la situazione e nell’incontro del 04 novembre 2017 tra Comune e Asl emergevano nuovamente i problemi sopra espressi, in modo particolare nei confronti delle persone anziane. La situazione si sarebbe dovuta normalizzare entro il primo febbraio 2018.
• Anche nel comunicato di Nonunomanoi N. 88, del 20 novembre 2017 si rimarcava quanto detto sopra: Il paziente dovrà pazientare. Gli anziani che hanno difficoltà ad andare a Vinovo per ora devono accontentarsi di sentirsi dire che "il medico di base è tenuto ad effettuare la visita domiciliare quando richiesta correttamente". Va bene, ma se il medico non viene, che fai? Lo denunci? Lasci perdere? In segno di protesta nei confronti dell’evidente disagio, venivano raccolte oltre 500 firme di cittadini nonesi ed inviate agli organi territoriali competenti.
• Nel comunicato (Regione Piemonte BU43 26/10/2017) dell’Assessorato alla Sanità, Livelli essenziali di assistenza, Edilizia sanitaria ZONE CARENTI DI ASSISTENZA PRIMARIA PER I MEDICI DI MEDICINA GENERALE - 2° SEMESTRE 2017, None risultava nell’Ambito Territoriale Carente di Vinovo, None, Candiolo, sede di apertura obbligatoria dell’ambulatorio.
Considerato che 
 

Nell’atto Aziendale To5 si evidenzia:
 
Art. 4 comma 2. Centralità del cittadino. Nel rispetto dei reali bisogni di salute dei cittadini, delle normative vigenti e delle risorse a disposizione, l’ASL persegue i seguenti obiettivi:
– garantire i livelli essenziali di assistenza;
garantire una corretta gestione degli accessi alle prestazioni attraverso precisi percorsi sanitari e una corretta e precisa informazione;
monitorare le esigenze di sanità delle fasce più deboli e a rischio di salute (malati cronici, anziani, disabili, malati terminali, malati con pluripatologie) al fine di adeguare l’offerta di prestazioni.
• Art. 12 comma 2. I Comitati dei Sindaci di Distretto
I Comitati dei Sindaci di Distretto, previsti dall’art. 3 quater, comma 4 del D. Lgs. 502/1992, sono costituiti dai Sindaci dei Comuni del territorio di riferimento del Distretto, o da rappresentanza degli stessi.
Essi provvedono ad esprimere e a trasmettere al Direttore di Distretto pareri sul programma delle attività territoriali; concorrono inoltre alla verifica del raggiungimento dei risultati di salute definiti dal programma stesso.
A tale organismo compete la predisposizione ed approvazione dei Profili e Piani di salute (PEPS) ai sensi della LR 18/2007, art.14.
Visto che
 
Come appreso dal settimanale "Eco del Chisone del 31 gennaio 2018", ad oggi non ci sono stati pronunciamenti da parte degli organi territoriali competenti in merito alle firme inviate.

 
• Ad oggi la situazione rimane critica e il disagio dei cittadini emerge in modo sempre più pressante e con la necessità di trovare a breve una soluzione anche se non del tutto definitiva.
 
• Sul quotidianosanità.it del 24 gennaio 2018 si legge:
"La medicina generale si appresta oggi a vivere uno dei momenti tra i più significativi della sua storia. Si è in attesa della nuova convenzione che definirà gli assetti organizzativi e strutturali della medicina generale del domani e mai come oggi si mira a definire un livello di cura ed assistenza al cittadino tanto performante.
Tutto ciò, mentre sia la medicina del territorio che la specialistica si devono necessariamente confrontare con il grave problema della carenza di personale medico adeguatamente formato".  
 
Il Gruppo Progetto Comune
 
 
Chiede al Sindaco e alla Giunta di concerto con ASL To5 Distretto di Nichelino di promuovere presso la Regione Piemonte, Assessorato alla Sanità, un incontro per affrontare in modo urgente e il più possibile risolutivo i problemi dei cittadini Nonesi sopra espressi.
 
Verificare la possibilità di implementare in tempi brevi sul territorio comunale l’avvio dell’iter burocratico per l’attivazione del Gruppo di Cure Primarie anche a None.
 
 
Come poter affrontare il grave problema della carenza di personale medico di medicina generale sopra evidenziato onde prevenire il più possibile ulteriori situazioni di disagio verso i cittadini.
 
Federico Ciaffi, Paola Di Fino, Laura Ferrari, Giovanni Garabello
 
 

sabato 3 marzo 2018

CARO AMICO, TI SCRIVO… (BILANCIO DI UNA CAMPAGNA ELETTORALE) PIGRIZIA, VILTA’, CALCOLO O SFINIMENTO?

Un bilancio della campagna elettorale sulle rive del Chisola? E’ prevalsa l’autoriduzione del diritto costituzionale a prendere la parola. Non so se per sfinimento, pigrizia, viltà o calcolo.
Ha circa 1300 elettori, ma il primo partito non va oltre gli interventi di qualche leone da tastiera. Tra i 5 stelle nessuno si fa avanti per assumere la rappresentanza pubblica di un movimento che aspira a governare l’Italia.

DIVERTIRSI A NONE CON LIBERI E UGUALI

Questa è da leccarsi le orecchie. Un'autorevole e pacata telefonata mi avvisa che alcuni manifesti di Liberi e Uguali sono stati sì messi nei giusti spazi riservati alla lista di Grasso, ma quelli della candidata al Senato sono negli spazi assegnati alla candidata alla Camera.